user_mobilelogo

RSS Feed

Dal Blog

09 February 2017
Tecnologia
Grazie all'opzione Next che ho stipulato con TIM poco più di un anno fa sono potuto passare, dopo un...
1081 Hits
09 February 2016
Tecnologia
Torno sui miei passi.Non è trascorso nemmeno un anno da quando tentai il passaggio da iOS ad Android...
1584 Hits
25 January 2016
Fotografia
Viaggi
Tecnologia
Una delle cose che mi preme maggiormente quando sono in viaggio è sicuramente il backup delle foto e...
936 Hits

Latest Events

Sat Sep 23 @16:00 -
Blues vom Fass live in Predazzo

Kykládes

Greece flag

Primo viaggio da coordinatore

È da qualche anno che viaggio con Viaggi Avventure Nel Mondo (ANM da qui in poi); Marocco, Giordania, Iran, Guatemala Honduras e Belize. Tornati dal centro America mi sono fatto segnalare dal mio coordinatore in modo da poterlo diventare a mia volta.

Per chi non lo sapesse, ANM è un tour operator che lavora in modo differente rispetto agli altri. Chi parte con ANM lo fa per diversi motivi, in primis quello di evitare i canali del grande turismo organizzato, potendo quindi godersi un viaggio più a contatto con la realtà dei paesi che si vanno a visitare. Ma la cosa che differenzia di più i viaggi di ANM rispetto agli altri tour operator è l'autogestione del gruppo. Mentre con un normale tour operator il cliente sceglie da catalogo esattamente quello che sarà la sua vacanza, con ANM si sceglie un itinerario di massima che sarà definito poi insieme a tutto il gruppo in partenza.

Iscrivendosi ad un viaggio ANM si diventa parte di una piccola comunità ambulante: il gruppo. Ad organizzare il tutto, sempre con il benestare del gruppo, c'é il coordinatore.

Il coordinatore non è un dipendente di ANM ma un partecipante come gli altri che ha l'onore e l'onere di organizzare il viaggio nel miglior modo possibile. Tra i compiti del coordinatore c'é quello di programmare un itinerario dettagliato con la relativa prenotazione delle strutture per i pernottamenti e dei mezzi di trasporto, ove possibile. Ogni decisione deve essere condivisa ed approvata dal gruppo ed è per questo che la piccola comunità ambulante si autogestisce. In alcuni viaggi ci si ritrova a dover decidere in loco dove dormire, come spostarsi e anche dove andare. Questo porta ad un enorme vantaggio: la flessibilità. È per questo che l'intinerario va sempre considerato di massima e suscettibile di modifiche in corso di viaggio.

Non tutti i viaggi di ANM sono così ovviamente, dipende molto dal paese che si va a visitare e dalla formula di viaggio che si sceglie.

Come si diventa coordinatori? Per diventare coordinatori bisogna aver fatto almeno un viaggio con ANM ed aver fatto almeno una volta il cassiere.

Il cassiere, che non può e non deve essere il coordinatore, viene eletto il primo giorno tra i partecipanti del viaggio e si occuperà di gestire la cassa comune: un fondo comune che si costituisce ad inizio viaggio tramite i versamenti di tutti i partecipanti, compreso il coordinatore, che si utilizza per pagare ogni servizio non compreso nella quota di partecipazione e necessario per la realizzazione del viaggio. Solitamente la cassa comune copre le spese di pernottamento e le cene in ristorantini.

Al ritorno dal viaggio, il coordinatore, può segnalare ad ANM un partecipante come aspirante coordinatore. A questo punto, l'asprante coordinatore, attende una mail da ANM con i viaggi urgenti in partenza e che non hanno coordinatore.

Così è successo a me e tra i possibili viaggi a cui avevo dato disponibilità mi hanno assegnato un Isole Cicladi, dal 13 agosto 2016 al 28 agosto 2016.

Sedici giorni nel mare delle piccole isole greche.

Il viaggio mi è stato assegnato a meno di tre settimane dalla partenza e non è stato facile organizzarlo perchè ho dovuto trovare strutture che ospitassero sedici persone a cavallo di ferragosto e solo per tre o quattro notti. Un'impresa a volte estenuante.

Alla fine però sono riuscito nel mio intento e il viaggio si è compiuto senza troppi problemi.

Unica particolarità del viaggio: non ho portato con me la reflex. Solitamente è la prima cosa che preparo prima di partire, ma portarmela dietro per poi lasciarla chiusa nello zaino in spiaggia sarebbe stato tempo sprecato e un peso inutile. C'é poco da fare, i paesaggi di mare non mi ispirano. Per questo mi sono portato la piccola S95 che alla fine è stata usata solo ad Atene per quattro scatti in croce all'Acropoli e al Partenone.

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.
Se proseguo nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsento all’installazione dei cookies.

 

This site uses cookies. By continuing to browse the site, you are agreeing to our use of cookies.