user_mobilelogo
5 minutes reading time (928 words)

Fotolibro con Blurb

Hi-Res-Blurb-logoL'avvento del digitale, in fotografia, ha portato numerosi vantaggi. Quello più grande è sicuramente quello di poter vedere il risultato finale di ogni foto senza doverla stampare.

Una volta che abbiamo la nostra macchina fotografica e una memory card possiamo scattare praticamente all'infinito.

Decideremo solo poi, visionando la foto "on camera" oppure sul computer, se tenere la foto oppure cancellarla.

Questo ha portato un netto risparmio di danaro. Prima si doveva comprare il rullino, svilupparlo e poi stampare le foto.

Se cerco una foto di quando ero piccolo, di una vacanza fatta con i miei genitori o di un compleanno con amici, vado in soggiorno, apro un cassetto e dentro trovo tutti gli album ordinati. Alcune foto in essi contenute ormai hanno perso i colori, soprattutto le più vecchie, quando i materiali usati per lo stampaggio non erano certo quelli di fine anni '90 oppure gli attuali.

Se cerco una foto fatta con una macchina digitale, la cerco nel mio archivio dentro al Qnap oppure in internet su Zenfolio, Flickr, oppure qui in questo sito.

La differenza sostanziale è che mentre le vecchie foto le tengo in mano e posso farle vedere a chiunque, le nuove, le guardo attraverso un display, sia che sia il monitor del mio pc, dell'iPad o dell'iPhone. Inoltre non posso farle vedere a chiunque: nonne, nonni, zii ecc... non sempre sono muniti di connessione ad internet.

Da quando ho una macchina fotografica digitale, non ho più stampato una foto e da quando ho una reflex digitale scatto il raw, lo salvo, lo porto a casa, lo elaboro con Lightroom oppure Photoshop e guardo il risultato a monitor magari con un ingrandimento al 100%; a volte non sono nemmeno soddisfatto perchè vedo troppo rumore oppure mancanza di microcontrasto.

Tutti problemi (pippe mentali) che quando scattavo in analogico non mi ponevo. Il risultato era la stampa, e se quella era buona, tanto bastava.

Qualche tempo fa, il mio amico Stefano (Steno) è stato a casa di un nostro amico comune che gli ha mostrato un album fotografico stampato e gli era piaciuto molto.

Non ero a digiuno di informazioni in quanto nei forum di settore ci sono sezioni dedicate appunto alla stampa.

Uno dei metodi di stampa più utilizzati è quello della creazione di un fotolibro. Fondamentalmente si tratta di impaginare il fotolibro con le proprie foto e poi farlo stampare.

Sono molti i siti web che offrono questo servizio. La maggiorparte di loro ci permette di scaricare gratuitamente il loro software che altro non è che una UI (User Interface) creata ad hoc. Possiamo scegliere il formato delle pagine, il numero delle pagine e l'impaginazione delle stesse. Possiamo inserire foto, didascalie, titoli, scritte, descrizioni ecc. Come ultimo step possiamo scegliere il tipo di carta utilizzata. Una volta che il nostro fotolibro è pronto non ci resta che eseguire l'upload, pagare e aspettare che ce lo spediscano.

Tra i tanti siti che offrono questo servizio c'è Blurb. Dopo essermi informato bene sulle caratteristiche dei vari servizi offerti, tipo di stampa e qualità della carta utilizzata, ho deciso di provare a creare il mio primo fotolibro tramite Blurb appunto.

Una delle cose che mi ha convinto a provare con Blurb è il fatto che sia stato sceldo da Adobe come default per la creazione di fotolibri all'interno di Lightroom.

La cosa è di notevole comodità in quanto posso utilizzare un unico software per l'elaborazione del raw e la successiva impaginazione del fotolibro. Mi è capitato di voler modificare il raw un paio di volte in fase di impaginazione e questo mi ha permesso di non dover salvare ogni volta una copia della foto e sostituirla in seguito.

Una volta finito di impaginare il libro e aver scelto la qualità della carta da utilizzare, ho creato il mio account Blurb direttamente in Lightroom e ho fatto l'upload dell'album.

Appena finito l'upload sono stato reindirizzato direttamente al sito dove ho pagato tramite Paypal.

Una settimana dopo, il mio album, era arrivato a casa.

Il risultato è onesto visto il prezzo. Non mi aspettavo certo un capolavoro in quanto, la stampa, è offset, ovvero in quadricromia e il reticolo è ben visibile avvicinando lo sguardo alla pagina.

La copertina è in cartone rigido, la rilegatura è ottima e la carta che ho utilizzato è di tipo ProLine Perlata; quella con la resa fotografica migliore stando ai commenti che ho letto in rete.

Tra i servizi con un costo medio che si aggira tra i 30 e i 60 € a seconda del numero di pagine, del formato e dal tipo di carta utilizzato è davvero ottimo. Su alcune foto ho pure gridato "al miracolo". Una foto in particolare, una posa notturna di 30 secondi a 12800 ISO ha molto meno rumore su carta che in video.

Questo conferma che molte pippe mentali che ci facciamo guardando un monitor, non hanno senso se poi stampiamo le foto.

Ci sono poi altri siti che offrono un servizio professionale dove possiamo scegliere anche carta fotografica e ci viene fornito un profilo colore su cui lavorare il nostro batch. Il costo ovviamente sale di molto, a volte DECUPLICA. Sicuramente il risultato sarà ben diverso.

Ora, con calma, creerò degli altri fotolibri dei viaggi precedendi in modo da avere anche un ricordo cartaceo di facile consultazione.

E poi diciamolo.... vedere i propri lavori stampati è estremamente appagante.

Per concludere inserisco due esempi del fotolibro del mio viaggio in Giordania.

Esempio 1 | Esempio 2

Purtroppo le foto non rendono giustizia, soprattutto perchè scattate con un modesto iPhone 5 e in condizioni di luce pessima.

Recensione Asus Transformer Book T100
Recensione Suunto Ambit2 Sapphire HR
 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Already Registered? Login Here
Guest
Friday, 03 July 2020

Captcha Image

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.robertoandreasi.com/

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.
Se proseguo nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsento all’installazione dei cookies.

 

This site uses cookies. By continuing to browse the site, you are agreeing to our use of cookies.