user_mobilelogo
3 minutes reading time (557 words)

Recensione Subwoofer Audioengine S8

Recensione Subwoofer Audioengine S8

Ad inizio 2014 mi ero regalato un paio di casse 2.0 Audioengine, precisamente il modello A2+ recensite qui (clicca).

Una delle conclusioni a cui ero giunto mi portava a dire che le basse frequenze tendono ad appiattirsi a volumi molto bassi e che forse, più avanti, mi sarei munito del sub S8 per ovviare al problema.

Ebbene il momento è giunto e il sub è arrivato.sub2

Come per le casse A2+ la confezione è di alto livello. Il sub è ricoperto da un foglio sottile di materiale antigraffio, infilato in una borsa in velluto e protetto da un ottimo imballo antiurto.

Il progetto è simile ai sub Chario, altoparlante rivolto verso il pavimento mentre il foro per il reflex è situato nella parte frontale. Il sub poggia a pavimento tramite 4 piedini conici in modo da isolarsi il più possibile dal piano d'appoggio.

Sulla parte posteriore è alloggiata l'elettronica, gli ingressi, le uscite e le regolazioni a potenziomentro.

La potenza di uscita si attesta sui 250W di picco (125W RMS) e l'amplificazione è di tipo Dual Class AB Monolithic.

Ha due ingressi: RCA L/R e un minijack stereo da 1/8" mentre l'uscita è una RCA L/R full range.

Il driver è un 8" long-throw downfiring woofer.

La risposta in frequenza va da 27 a 180Hz, ha impedenza in ingresso di 10 Ohm.

Il crossover può variare da 50Hz a 130Hz e la fase è regolabile da 0° a 180°.

Le tre regolazioni posteriori sono appunto: volume, taglio del crossover, regolazione della fase.

Il collegamento con le A2+ avviene tramite un semplice cavo RCA L/R fornito in dotazione.

Dopo averlo posizionato sotto la scrivania ho provato a regolarlo usando come sorgente un CD che conosco molto bene: l'omonimo album di Marc Cohn.

Ebbene, meraviglia, ora, anche a volumi decisamente moderati, la scena sonora è finalmente avvolgente. Il sub è molto preciso anche se non velocissimo, da questo punto di vista mi sarei aspettato qualcosa di più. L'apporto del reflex è sempre presente e con una opportuna e semplice regolazione del crossover non è mai impastato o gommoso.

Il volume di prova è talmente basso che appena uscito dal mio ufficio di circa 6 mtq già non si sente più nulla.

Alzando il volume la scena si consolida diventando davvero un piacere per le orecchie.

sub1Alzando molto il volume invece la carenza di velocità del sub si fa sentire, arriva sempre un peletto in ritardo. Ho provato a giocare con la fase ma non ho ottenuto miglioramenti significanti. Certo si sposta e lo spostamento lo si avverte ma non è veloce come alcuni suoi rivali.

Diciamo però che l'ho preso non certo per ascoltare musica ad alti volumi. Ora posso dire di avere un ascolto degno anche in ufficio.

Complimenti ad Audioengine che con l'accoppiata A2+ / S8 ci offre un ascolto HiFi di tutto rispetto.

L'S8 è mi è costato praticamente come la coppia di A2+ spedito direttamente da Amazon.de, così come per le A2+. Sommando i due componenti l'importo in Euro non è certo dei più economici, ma la resa fornita è davvero di ottimo livello.

Per conlcudere posso dire che, secondo la mia opinione, il sub in questione è un ottimo prodotto dal costo non eccessivo che potrebbe piacere agli amanti del pop, rock, blues, jazz e musica classica. Non lo vedo adattissimo per la dance.

Una nuova sfida
Recensione Asus Transformer Book T100

Related Posts

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Already Registered? Login Here
Guest
Monday, 27 January 2020

Captcha Image

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.
Se proseguo nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsento all’installazione dei cookies.

 

This site uses cookies. By continuing to browse the site, you are agreeing to our use of cookies.